Chiesa del Carmine



CHIESA DEL CARMINE

Chiesa di modeste dimensioni risalente nella struttura primordiale della annessa congrega, al 1651, come risulta da una tavola mormorea di chiusura di un sepolcreto. Ebbe regola proprie nel 1754 sotto Carlo III Re delle due Sicilie. L'originale planimetria della congrega, doveva corrispondere all'incirca all'attuale pianta, e occupava lo spazio che intercorre tra via Cavour e la Cupola della attuale Chiesa. Essa fu poi allungata, aggiungendovi un braccio opposto alla cupola e trasportandosi in questo, l'altare in tassellatura di marmi policromi, che già esisteva sotto la cupola; detto prolungamento corrisponde all'attuale pianta della Chiesa. Si presenta con un'unica navata centrale, adorna nella sua lunghezza da lesene e fregiature tardo-barocche; vi si possono ammirare due bellissime tele raffiguranti una "S. Anna" e un "S. Nicola" attribuite al "Mozzillo". La congrega anch'essa ricca di stucchi presenta diverse pitture di stilistica tardo-barocco. Da notarsi la pregevolissima pavimentazione di mattoni maiolica a disegni simmetrici , di notevole fattura.







Città di Casoria - P.zza Domenico Cirillo
Partita IVA 01505091213 - C.f. 80029310630
informativa sulla privacy
Sito web realizzato da Pubblisiti.it


Bussola della Trasparenza
Accesso civico