Giovanni Pisa

Artefice del riscatto definitivo di Casoria, avvenuto il 14/04/1631.

Primo sindaco, riscattò definitivamente Casoria con istrumento del 15/4/1631 del Notaio di Corte Massimini Passari, con l’intervento di don Ferdinando Afan Enriquez de Ribera, duca di Alcalà, Vicerè del Regno di Napoli, Giulio Comite, Giovanni Pisa e il Deputato D. Donato Ferrara.

Nel 1630 Casoria per evitare di cadere sotto il dominio feudale si ricomprò col proprio denaro.

Casoria fu valutata in 11826 ducati, 3 tarì, 8 grana, fissandosi il prezzo in ragione di 50 ducati a fuoco, ossia a nucleo familiare del casale.

Nel 1646 (epoca vicereale) si contano 35 casali che facevano parte del territorio di Napoli, Casoria risultava al numero 10.

I casali avevano i propri sindaci o eletti che amministravano l`università (comune) in modo indipendente.

Casoria aveva oltre al sindaco anche il primo e il secondo eletto.







Città di Casoria - P.zza Domenico Cirillo
Partita IVA 01505091213 - C.f. 80029310630
informativa sulla privacy
Sito web realizzato da Pubblisiti.it


Bussola della Trasparenza
Accesso civico